menu menu
Il 1° servizio di ritiro e smaltimento rifiuti online



QUALE RIFIUTO VUOI SMALTIRE?
Servizio dedicato a tutte le partite iva

SEI UN CENTRO DI ASSISTENZA TECNICA?

Guida allo smaltimento rifiuti per C.A.T.

La gran parte dei rifiuti prodotti dai Centri di Assistenza Tecnica sono rifiuti speciali, ovvero scarti prodotti dalla propria attività quali stracci contaminati, bombolette spray esauste, componenti danneggiate di elettrodomestici.

A differenza dei rifiuti urbani, questi rifiuti speciali devono essere smaltiti secondo la vigente normativa, poiché contengono sostanze capaci di causare danni all’uomo o all’ambiente. Devono quindi essere affidati a società di trasporto iscritte all’Albo Gestori Ambientali, affinché conferiscano il rifiuto a centri di recupero o smaltimento autorizzati. Pratiche di gestione “fai da te” - come il conferimento presso l’isola ecologica comunale o l’abbandono all’interno dei cassonetti - possono essere soggetto di contestazioni da parte delle autorità competenti.

smaltimento rifiuti per C.A.T



SE BUTTI UN RIFIUTO SPECIALE
NELLA SPAZZATURA:


non sei a norma di legge e sei a rischio sanzioni

rischi di inquinare l’ambiente

non hai una prova di smaltimento del rifiuto


SE LO AFFIDI A CORRIERE RIFIUTI:


sei a norma di legge con pochi click e ad un prezzo conveniente

non inquini l’ambiente

hai una prova ufficiale di smaltimento, da presentare a fronte di qualsiasi controllo
Le sanzioni in cui puoi incorrere se non rispetti la legge
La normativa prevede pesanti sanzioni a seguito di violazioni riguardanti l’abbandono di rifiuti ed il trasporto privo di documenti obbligatori.
  • Multe da 1.600,00 a 9.300,00 euro per trasporto non accompagnato da un formulario di identificazione dei rifiuti, o per trasporto con formulario incompleto o riportante dati inesatti;
  • Arresto del legale rappresentante fino a 2 anni per trasporto di un rifiuto pericoloso non accompagnato da formulario di identificazione dei rifiuti;
  • Multe da 2.600 a 26.000 euro (in alternativa, reclusione da 3 mesi ad 1 anno) per abbandono o deposito non controllato di un rifiuto non pericoloso;
  • Multe da 2.600 a 26.000 euro (in alternativa, reclusione da 6 mesi a 2 anni) per abbandono o deposito non controllato di un rifiuto pericoloso.
La normativa di riferimento
La principale normativa di riferimento è il Decreto legislativo 152 del 3 Aprile 2006, che ha l’obiettivo di ottimizzare la gestione dei rifiuti definendo obblighi ed oneri di tutti i soggetti coinvolti nella gestione dei rifiuti stessi. Leggi la normativa

Attenzione: se la tua azienda ricade negli obblighi di tenuta del registro di carico/scarico e produzione annuale del MUD, compila il form di richiesta: possiamo offrirti dei servizi aggiuntivi per sollevarti da qualsiasi preoccupazione!

Quali tipologie di rifiuti speciali potresti dover smaltire?
vedi dettagli »
vedi dettagli »
vedi dettagli »


Hai esigenze particolari o grandi quantitativi di rifiuti da gestire?





Certificazioni Lindbergh SpA PREMIO SMAU 2015


Corriere Rifiuti è un marchio di
Lindbergh S.p.A.
Via Guarneri Zanetti, 22 - 26033 - Pescarolo Ed Uniti (Cremona)
Tel. 0372 836220 - Fax 0372 080883 - info@corriererifiuti.it
P.IVA/CF 02392670341 - R.E.A. Num. CR-181500 - Cap. Soc. i.v. 200.000,00€

facebook   linkedin


CONDIZIONI DI VENDITA